Abbadia San Salvatore

Abbadia di Sant'Antimo


Acquapendente


Arcidosso


Arezzo


Asciano


Badia di Coltibuono


Bolsena Lago


Bomarzo


Buenconvento

Campagnatico


Castell'Azzara


Castellina in Chianti


Castiglione d’Orcia

Castelnuovo Bererdenga


Castiglioncello Bandini


Castiglione della Pescaia

Celleno


Città di Castello

Cività di Bagnoregio


Gaiole in Chianti

Iris Origo

La Foce


Manciano


Maremma


Montalcino


Monte Amiata


Montecalvello

Montefalco


Montemerano


Monte Oliveto Maggiore

Monticchiello

Monticiano

Orvieto

Parco Naturale della Maremma

Piancastagnaio

Pienza


Prato

Pitigliano


Rocca d'Orcia

Roccalbegna


San Bruzio


San Galgano


San Quirico d'Orcia


Sansepolcro


Santa Fiora


Sant'Antimo


Sarteano


Saturnia


Scansano


Sinalunga


Sorano

Sovana

Sovicille


Talamone

Val di Chiana

Val d'Orcia

Vetulonia

Volterra




                     
 
Trekking in Toscana
             
 
Roccatederighi

Roccatederighi

 

Walking trails in Tuscany Travel guide for Tuscany
       
   

 

Da Torniella a Regoni e Roccatedereghi

 

   
   

Il territorio di Torniella, l’angolo più a nord della provincia di Grosseto e del comune di Roccastrada, al confine con la provincia di Siena è un’oasi incontaminata di natura, silenzi e cieli limpidi, con boschi secolari, torrenti di acqua cristallina, castelli, antiche ferriere e laghetti con cascatelle.


Il percorso


Map Torniella Regoni

Map Torniella Regoni


Dislivelli:salita mt. 164; discesa mt. 164
Tempo di percorrenza:2.00 - 2.05

Il Territorio. La Riserva Naturale Farma, situata tra Monticiano e Roccastrada, comprende il tratto mediano della bellissima e selvaggia vallata in cui scorre il torrente Farma.

 

Usciti da Torniella, dopo un tratto di castagneto da frutto incontriamo il podere la Pieve. Andiamo avanti per la strada che scende in mezzo ad una cerreta ed arriviamo così alla Farma che dobbiamo attraversare. Se per piogge immediatamente precedenti si è alzato il livello dell’acqua e si ha difficoltà a guardare, si può, seguendo la parte alta dei campo e un tratto di un centinaio di metri di bosco, arrivare al ponte della SS. n° 73 Senese-Aretina. Per ritornare sull’itinerario, passato il ponte, si prosegue per circa 1 km., dove si devia a sinistra per una strada imbrecciata; sulla destra è il casale di Santa Sicutera. Dopo circa 300 metri la strada ha un guado sul torrente Farmulla: se anche questo fosse proibitivo si può utilizzare una passerella pochi metri più a valle.

Proseguiamo lungo la sponda destra della Farmulla, che in questo tratto fa da confine tra le Provincie di Siena e Grosseto, passando sul bordo di campi in parte coltivati ed in parte lasciati a prato dove cespugli e pruni riconquistano alla vegetazione porzioni sempre più grandi.

Lungo il torrente la classica vegetazione di ripa: ontani e salici. Arrivati ad un guado di una strada sterrata, saliamo verso sinistra in mezzo a vegetazione che accanto al cerro presenta piante sempreverdi mediterranee e dopo qualche centinaio di metri siamo a Regoni, un casale che dopo essere stato abbandonato è in via di recupero come punto sosta.

Regoni si trova in mezzo ad una area boscata molto vasta ed eterogenea che ha però in comune la conduzione a ceduo. Questo ha portato ad avere alternativamente delle aree a forteto, cioè vegetazione arbustiva molto fitta ed intricata dove trova un asilo ideale il cinghiale che viene accanitamente cacciato.

Questo tipo di caccia, che viene praticata durante il periodo invernale, non è rischiosa solo per il cinghiale. Capitano, per fortuna raramente, incidenti in cui rimangono colpiti i cacciatori ma un grosso tributo, per la difficoltà di stanare l’animale, lo pagano i cani, che si portano addosso i segni di un compito difficile e pericoloso.[1]


Il fiume Farma e la sua valle



Le cascatelle Piloni Torniella

I Canaloni sul Farma

 

Il fiume Farma scorre tra le province di Grosseto e Siena. 
La Valle del fiume è stata, per secoli, il naturale confine tra due mondi molto diversi, la linea di demarcazione tra la civiltà mercantile e l'economia del bosco e delle miniere. Da sempre scarsamente popolata, ha conservato i caratteri che certamente hanno visto gli uomini del Villanoviano e gli Etruschi.
Gran parte del territorio, ad eccezione delle aree circostanti le miniere, è ricoperto da fitti boschi di castagni, querce e carpini. Verso la costa, le colline iniziano a degradare e la macchia mediterranea inizia a predominare accompagnata da lecci e sughere, corbezzoli e lentischi. Dentro i boschi vivono cinghiali, caprioli, tassi, istrici, faine e donnole. Di notevole importanza la presenza della lontra, segno di ecosistema inalterato.

Curiosità: il fiume è caratterizzato per un tratto da una serie di rapide denominate i Canaloni. In tutti questi secoli, l'acqua ha modellato la roccia vulcanica che in questo punto affiora in superficie creando delle vasche naturali.

Nella Val di Farma è attiva dal 1996 l'omonima Riserva Naturale che si estende per 1.500 ettari nei comuni di Roccastrada e Monticiano, al confine delle province senese e grossetana. E' caratterizzata da una quasi totale copertura boschiva. Al centro dell'area si trova la fattoria e il castello del Belagaio, sede di una riserva naturale di popolamento animale legata in particolare alla riproduzione del cavallo maremmano. Poco distante dal castello del Belagaio, in prossimità della riva destra del fiume, c'è un piccolo laghetto naturale chiamato "Stagno della Troscia".[2]


   
   

 

Walking in Tuscany

Massa Marittima and the Metalliferous Hills


Trekking in and around Roccastrada

Da Sticciano a Roccastrada | 19 km, 5 ore

Da Roccastrada verso il Castello del Belagaio | 13,5 km, 4,5 ore

Castello del Belagaio - Torniella | 13 km, 4 ore

Da Regoni verso Sassoforte, Sassofortino e Roccatederighi | 20 km, 5 ore

Da Piloni e Torniella, Sassoforte e Sassofortino verso Roccatederighi
| 16 km, 6 ore

Da Sassofortino a Montemassi | 13 km, 4,5 ore

Da Roccatederighi a Montemassi | 7 km, 2,5 ore

L'Età di Guidoriccio | Percorso circolare

Montemassi, la comunità e i culti tradizionali | Percorso circolare

La vita quotidiana del borgo Montemassi
| Percorso circolare



Itineraries. Hiking trails in the Val di Merse

1. Sentiero Iesa-Tocchi

2. Sentiero Iesa-Terme di Petriolo

3. Sentiero della Gola del Merse

4. Sentiero di San Galgano

5. Sentiero della Pietra

6. Sentiero Scalvaia-Valle del Farma

7. Sentiero Monticiano-Camerata

 

 
   


Trekking | Walking in Southern Tuscany

Walking in Tuscany | Nature reserves and beaches in the Maremma

Walking in Tuscany | Itinerary 6 | Farma Valley

Trekking in Toscana | Sentiero 6 | Scalvaia - Valle del Farma

Maps | Multigraphic – Tourist road map 1:50,000 - Maremma

 

 


[1] Fonte: Libro Trekking | I percorsi del Trekking Roccastrada | www.comune.roccastrada.gr.it
Il percorso del Trekking Roccastrada si snoda nell'immediato entroterra della Maremma grossetana, sull'arco dei colli che coronavano l'antico lago Prile, spingendosi fino nella Val di Farma a cavallo tra le Province di Grosseto e Siena.

[2] Trata da | www.turismo.intoscana.it


Le Colline Metallifere  | Galleria immagini


Le Colline Metallifere

 

Vista da la Rocca di Campiglia Marittima a le Colline Metallifere   Panorama di Gerfalco   RoccastradaPanorama1

Vista da la Rocca di Campiglia Marittima a le Colline Metallifere

 

  Panorama di Gerfalco   Panorama Roccastrada
         


Podere Santa Pia, un incantevole residence nel cuore della Maremma meridionale, con suggestiva veduta verso il Monte Amiata, la penisola di Monte Argentario e Montecristo e la Corsica immerse nel blu intenso del Mar Tirreno.



Podere Santa Pia, con una vista indimenticabile sulla Maremma Toscana