Abbadia San Salvatore

Abbadia di Sant'Antimo


Acquapendente


Arcidosso


Arezzo


Asciano


Badia di Coltibuono


Bolsena Lago


Bomarzo


Buenconvento

Campagnatico


Castell'Azzara


Castellina in Chianti


Castiglione d’Orcia

Castelnuovo Bererdenga


Castiglioncello Bandini


Castiglione della Pescaia

Celleno


Città di Castello

Cività di Bagnoregio


Gaiole in Chianti

Iris Origo

La Foce


Manciano


Maremma


Montalcino


Monte Amiata


Montecalvello

Montefalco


Montemerano


Monte Oliveto Maggiore

Monticchiello

Monticiano

Orvieto

Parco Naturale della Maremma

Piancastagnaio

Pienza


Prato

Pitigliano


Rocca d'Orcia

Roccalbegna


San Bruzio


San Galgano


San Quirico d'Orcia


Sansepolcro


Santa Fiora


Sant'Antimo


Sarteano


Saturnia


Scansano


Sinalunga


Sorano

Sovana

Sovicille


Talamone

Val di Chiana

Val d'Orcia

Vetulonia

Volterra




                     
 
Trekking in Toscana
             
 
Roccatedereghi

Roccatederighi

 

Walking trails in Tuscany Travel guide for Tuscany
       
   


Da Regoni e Torniella, verso Sassoforte, Sassofortino e Roccatederighi

   
   

Il percorso


Map Torniella Regoni

Map Torniella Regoni


Piloni (474 m.s.l.m.) - Sassoforte-Sassofortino (575 m.s.l.m.) o Roccatederighi (538 m.s.l.m.)
Dislivelli: salita mt. 479; discesa mt. 384
Tempo di percorrenza: 5.30 - 5.10
Dato che Sassofortino e Roccatederigbl differiscono di 300 m. abbiamo riportato i dati del solo percorso più lungo.

Interessi
Archeologico (Castello di Sassoforte)
Geologico (Loc. La Pietra - Affioramenti riolitici sul Sassoforte)
Botanico (Faggi e vegetazione riparta lungo il Bardellone e faggeta sul Sassoforte)
Faunistico (Cinghiali - Caprioli - Falchi)
Paesaggistico (Loc. La Pietra . Cima del Sassoforte)

Roccatederighi, un suggestivo borgo medievale nel cuore della Maremma Toscana, incastonato su uno sperone di roccia da cui si staglia il suo profilo di torri e tetti perfettamente integrato con la natura circostante.
Durante il primo fine settimana di agosto si svolge la Festa Medievale, un salto all’indietro nel tempo, con dame, cavalieri, contadini e artigiani in abiti rigorosamente storici, mentre giullari, cantastorie e ogni genere di saltimbanco animano le vie del borgo, illuminate da fiaccole e torce.

Percorrlbllità
Impegnativo per la lunghezza e nell'ultimo tratto che sale sul Sassoforte, corre nella quasi totalità su sentieri in mezzo a boschi e castagneti.
È percorribile in qualsiasi stagione ed è possibile rifornirsi d'acqua durante il percorso.

 

Lasciato Regoni, dopo un paio di km., troviamo La Pietra, una rupe da cui si gode un bel panorama della vallata del Bardellone fino a Monte Alto; con un’occhiata abbracciamo una vasta area coperta di boschi, particolarmente bella in autunno, quando si vivacizza per le tonalità di marrone e giallo che spiccano. Più avanti, immediatamente prima di arrivare alla Farma, troviamo una sorgente, una volta vegliata da ontani secolari, che la cupidigia di avere qualche “metro” di legna da ardere ha fatto tagliare.
Proseguiamo, scavalcata la Farma, sulla sponda del Bardellone per un tratto abbastanza lungo. È un ambiente molto piacevole con fioriture primaverili di viole e primule che ornano una bella fustaia composta da pioppi, ontani e poi aceri, carpini, cerri e che a tratti diventa faggeta; passiamo accanto ad un mulino ormai in rovina ed alle sorgenti più importanti, dette “le Vene”.
Arrivati ad un laghetto, il “Pozzo alle Pecore”, proseguiamo per il Sassoforte attraverso Poggio al Castagno.
Dalla strada che inizia dal Casale omonimo, il primo dal “Pozzo alle Pecore”, arriviamo su un’altra che, se presa verso est (anziché seguire le indicazione della segnaletica), può essere una valida scorciatoia per Sassofortino (circa 2 km.) in caso di maltempo o affaticamento; lo stesso alla successiva strada imbrecciata.
Entriamo nel castagneto del Sassoforte, un castagneto da frutto con piante secolari tra enormi macigni sovrastato da pareti a strapiombo e dopo l’ultima salita in mezzo a faggi imponenti arriviamo sul pianoro, dove i resti del Castello di Sassoforte, che i Senesi distrussero nel XVI secolo, fanno intuire l’originaria bellezza architettonica delle strutture.
Scendiamo su di un sentiero di crinale, che attraversa un bo sco ceduo ed un tratto di un bel castagneto da frutto, fino alla strada panoramica di S. Martino da cui verso destra arriviamo a Roccatederighi e a sinistra a Sassofortino.[1]


Il Castello di Sassoforte


Il Castello di Sassoforte si trova sull'omonimo massiccio che domina a nord-ovest l'abitato di Sassofortino e quello di Roccatederighi, nella parte occidentale del territorio comunale di Roccastrada.

La fortificazione sorse in epoca medievale come possesso della famiglia Aldobrandeschi che lo mantennero fino alla prima metà del Trecento, quando passò sotto il controllo di Siena; in seguito i Senesi trasformarono il preesistente castello in villaggio. Nel corso del Quattrocento il luogo versava già in rovina e, attualmente, sono visibili diversi ruderi che ricordano l'importanza del luogo in epoca medievale.
Il Castello di Sassoforte apparteneva, come gran parte dei castelli maremmani, ai Conti Aldobrandeschi. La più antica citazione è del 1076 e riguarda la donazio­ ne di un oratorio e di una superlicie di terreno fatta dal Conte Ildebrando Aldo­ brandeschi alla Chiesa di Montemassi. È anche citato come possesso degli Aldobrandeschi nelle divisioni del 1216 e del 1274 e in un privilegio del 1221 di Fede­rico Il che lo concede a Ildebrando IX; in questa occasione è confermato l'infeudamento a Uguccione da Sassoforte degli Ardengheschi.[1]


   
   

Sassofortino

 

 

Walking in Tuscany

Massa Marittima and the Metalliferous Hills


Trekking in and around Roccastrada

Da Sticciano a Roccastrada | 19 km, 5 ore

Da Roccastrada verso il Castello del Belagaio | 13,5 km, 4,5 ore

Castello del Belagaio - Torniella | 13 km, 4 ore

Da Regoni verso Sassoforte, Sassofortino e Roccatederighi | 20 km, 5 ore

Da Piloni e Torniella, Sassoforte e Sassofortino verso Roccatederighi
| 16 km, 6 ore

Da Sassofortino a Montemassi | 13 km, 4,5 ore

Da Roccatederighi a Montemassi | 7 km, 2,5 ore

L'Età di Guidoriccio | Percorso circolare

Montemassi, la comunità e i culti tradizionali | Percorso circolare

La vita quotidiana del borgo Montemassi
| Percorso circolare



Itineraries. Hiking trails in the Val di Merse

1. Sentiero Iesa-Tocchi

2. Sentiero Iesa-Terme di Petriolo

3. Sentiero della Gola del Merse

4. Sentiero di San Galgano

5. Sentiero della Pietra

6. Sentiero Scalvaia-Valle del Farma

7. Sentiero Monticiano-Camerata

 

 
   

Le Colline Metallifere  | Galleria immagini


Le Colline Metallifere

 

Vista da la Rocca di Campiglia Marittima a le Colline Metallifere   Panorama di Gerfalco   RoccastradaPanorama1

Vista da la Rocca di Campiglia Marittima a le Colline Metallifere

 

  Panorama di Gerfalco   Panorama Roccastrada


Trekking | Walking in Southern Tuscany

Walking in Tuscany | Nature reserves and beaches in the Maremma

Walking in Tuscany | Itinerary 6 | Farma Valley

Trekking in Toscana | Sentiero 6 | Scalvaia - Valle del Farma

Maps | Multigraphic – Tourist road map 1:50,000 - Maremma

 

 


[1] Fonte: Libro Trekking | I percorsi del Trekking Roccastrada | www.comune.roccastrada.gr.it
Il percorso del Trekking Roccastrada si snoda nell'immediato entroterra della Maremma grossetana, sull'arco dei colli che coronavano l'antico lago Prile, spingendosi fino nella Val di Farma a cavallo tra le Province di Grosseto e Siena.


Bibliografia

Aldo Mazzolai, Guida della Maremma. Percorsi tra arte e natura, Le Lettere Firenze, 1997.

Giuseppe Guerrini, a cura di (Amministrazione Provinciale di Grosseto) Torri e Castelli della provincia di Grosseto, Nuova Immagine Editrice Siena, 1999.

         


Podere Santa Pia, un incantevole residence nel cuore della Maremma meridionale, con suggestiva veduta verso il Monte Amiata, la penisola di Monte Argentario e Montecristo e la Corsica immerse nel blu intenso del Mar Tirreno. La casa vacanze si trova in un'ottima posizione per visitare i luoghi più belli della Toscane come Pienza, Pitigliano, le terme di Saturnia e Bagno San Filippo, e la costa, le spiagge e il mare della Maremma toscana.



Podere Santa Pia, con una vista indimenticabile sulla Maremma Toscana