Abbadia San Salvatore

Abbadia di Sant'Antimo


Acquapendente


Arcidosso


Arezzo


Asciano


Badia di Coltibuono


Bolsena Lago


Bomarzo


Buenconvento

Campagnatico


Castell'Azarra


Castellina in Chianti


Castiglione d’Orcia

Castelnuovo Bererdenga


Castiglioncello Bandini


Castiglione della Pescaia

Celleno


Città di Castello

Cività di Bagnoregio


Gaiole in Chianti

Iris Origo

La Foce


Manciano


Maremma


Montalcino


Monte Amiata


Montecalvello

Montefalco


Montemerano


Monte Oliveto Maggiore

Monticchiello

Monticiano

Orvieto

Parco Naturale della Maremma

Piancastagnaio

Pienza


Prato

Pitigliano


Rocca d'Orcia

Roccalbegna


San Bruzio


San Galgano


San Quirico d'Orcia


Sansepolcro


Santa Fiora


Sant'Antimo


Sarteano


Saturnia


Scansano


Sinalunga


Sorano

Sovana

Sovicille


Talamone

Val di Chiana

Val d'Orcia

Vetulonia

Volterra




                     
 
Trekking in Toscana
             
 
 


Cala Violina

La spiaggia di Cala Violina, una baia sabbiosa di grande bellezza, è stata premiata da Legambiente come una delle 11 spiagge più belle d’Italia nel 2004 e nel 2005. Cala Violina, è racchiusa tra due promontori ed è caratterizzata da una sabbia bianca finissima e da acque particolarmente trasparenti con fondali di rara bellezza, formati da banchi di Posidonia Oceanica e grandi massi di arenaria, tra le quali si scorgono pesci di tutte le dimensioni.


Il sentiero per Cala Violina e Cala Martina, Scarlino


Walking trails in Tuscany Travel guide for Tuscany
       
   
 
   
   

 

Follonica (GR) è una cittadina di grande tradizione turistica, soprattutto per le spiagge ampie e che declinano dolcemente in mare, su cui si affaccia una ampia zona di pineta.

Cala Violina è una suggestiva caletta della Maremma grossetana nel territorio comunale di Scarlino che si apre nel cuore della Riserva Naturale delle Bandite di Scarlino.

La caletta, non molto ampia, è racchiusa tra due promontori ed è caratterizzata da una sabbia bianca finissima e da un mare molto trasparente.

La particolarità che la rende unica consiste nei suoni che la spiaggia emette quando viene calpestata da chi l'attraversa, in assenza di fonti sonore di rilievo; questo effetto è percepibile nei periodi di bassa stagione, visto il grande affollamento del luogo nei fine settimana e durante la stagione estiva. Ciò non deve tuttavia scoraggiare i più curiosi visto che il luogo, ben esposto e protetto dai venti freddi settentrionali, consente di trascorrere ore al sole anche nel periodo invernale.
Non è raggiungibile da automezzi privati. Nel periodo estivo esiste un servizio navetta.

La Posidonia Oceanica, alga che svolge un ruolo importantissimo per contrastare l'erosione delle coste, per l'ossigenazione delle acque ed è indice di grande pulizia e limpidezza delle acque, riveste con i suoi resti portati dalle mareggiate anche parte della spiaggia.

A Cala Violina, immersi nella macchia troviamo tavoli e panche per il pic nic, ed una spiaggia ampia con un mare limpido e cristallino. Il nome della spiaggia deriva dalla natura della sabbia bianca e finissima, così particolare da produrre una sorta di "suono di violino" quando vi si cammina a piedi nudi. Il litorale è circondato da un paesaggio verde formato da una fitta e rigogliosa macchia mediterranea.

Cala Violina è un suggestivo angolo della Maremma grossetana che si trova nel cuore della Riserva Naturale delle Bandite di Scarlino, all'interno dell’Area Protetta di Interesse Locale delle Costiere di Scarlino. Le Bandite di Scarlino sono un complesso forestale di vaste dimensioni (circa 8700 ettari), che fanno parte dei Comuni di Castiglione della Pescaia, di Gavorrano, di Scarlino e Follonica. Il nome Bandite, che potrebbe trarre in inganno trovandosi in Maremma, deriva dai bandi che venivano fatti per la vendita di lotti di bosco. Le Bandite dispongono di una adeguata ed efficiente rete di sentieri segnalati per trekking e mountain bike.

Il sentiero più bello della zona è senza dubbio quello delle Costiere il cui accesso è consentito solo a piedi, a cavallo o in bicicletta, esso raggiunge cale rocciose di indubbia bellezza, come quella di Cala Francese, Cala Martina, e Cala Violina. Cala Violina si raggiunge percorrendo un panoramico e facile sentiero (pianeggiante) lungo la costa, che permette belle vedute sulla baia di Follonica, il promontorio di Piombino, l'isola d'Elba, l'isola di Cerboli, l'isola di Montecristo, la penisola di Punta Ala e se la giornata è nitida anche le montagne della Corsica.



Proveniendo da Follonica si prende la strada provinciale che unisce Follonica a Castiglione della Pescaia (Strada delle Collacchie), in direzione di Castiglione della Pescaia, arrivati in località Puntone subito dopo il semaforo si gira a destra per il Lungomare Garibaldi, in direzione del Porto Turistico. Proseguiamo diritto e poco prima del Ristorante il Cantuccio possiamo parcheggiare l'auto. Percorse poche decine di metri fino al Ristorante si trova una sbarra da dove parte il sentiero n°1 che porta a Cala Violina, il sentiero è percorribile sia a piedi che in bicicletta.

Il tratto da percorrere a piedi per raggiungere Cala Violina è di circa 4 km che si percorrono in circa un ora (andata/ritorno: 8 km, 2 ore). Dopo la sbarra il sentiero si addentra nella macchia, con bei panorami sul Golfo e sulle Le Costiere, dopo poco più di 2 km si raggiunge Cala Francese e Cala Martina, qui un cippo in mare ed un monumento di fianco al sentiero ricordano Garibaldi, che sfuggito alla guardie pontificie si riposò vicino a Scarlino, nel 1849, prima di riprendere la fuga partendo proprio da Cala Martina. Cala Martina è un angolo di mare verde e trasparente, circondato da una splendida macchia mediterranea.

Proseguendo ancora lungo il sentiero e percorsi altri 2 km si arriva a Cala Violina.

E' possibile raggiungere Cala Violina anche attraverso la strada sterrata di Val Martina, dal Puntone si prosegue in auto per qualche km lungo la statale delle Collacchie per Castiglione della Pescaia, poi circa 400 m prima del distributore di Pian d'Alma, si gira a destra su una strada sterrata (indicazione per Cala Violina), qui in corrispondenza del Podere Laschetti si trova un ampio parcheggio, a pagamento. Dal parcheggio un sentiero di circa 2 km porta a Cala Violina.[1]

 
Anello Puntone di Scarlino Cala ViolinaAnello Puntone di Scarlino Cala Violina
Itinerario trekking: Punta Ala - Cala Violina

   

Dislivello salita: 270 m
Sentieri non numerati
Lunghezza: circa 16 km A/R

L’itinerario presenta alcuni tratti di percorso in salita, è bene affrontarlo in buone condizioni fisiche e con scarpe appropriate.
Oltre alla vegetazione circostante è possibile ammirare le splendide spiagge di Punta Ala, Cala Martina e Cala Violina. E’ consigliato portare il costume per fare un bel bagno in queste acque cristalline.
Durante il percorso potrebbero trovarsi tratti confinanti con alcune proprietà private. Tali proprietà sono ben identificate dai cartelli ed è buona norma non violarne i confini.



   

All’uscita di Castiglione della Pescaia si prende la SS 322 delle Collacchie in direzione Follonica e si svolta sulla sinistra nella strada che porta a Punta Ala.
Si percorrono 4 chilometri prima di raggiungere la pineta in località Capanna Civinini, si lascia la macchina e da lì parte l’escursione.
I sentieri che attraversano la pineta sono numerosi, tutti al riparo dal sole grazie alla maestosità dei pini, si raggiunge la spiaggia e si prosegue in direzione Nord per circa 1 chilometro.
Camminando su questa lunghissima e ampia spiaggia sarete in constante ammirazione di una natura ancora viva e brillante nei suoi colori.

La vista della Torre Civetta abbarbicata sullo scoglio a picco sul mare suggerisce l’immagine della sua costruzione, dell’attimo in cui un Signore decise che quello era un punto di osservazione e controllo del mare ideale. La torre Civette, immersa nella macchia mediterranea, si articola su più livelli, presentando una sezione quadrangolare e pareti completamente intonacate, a seguito degli ultimi interventi di restauro.
Le pietre si sposano con le rocce regalando un suggestivo quadro storico naturalistico e la mente vola a fantasie di pirati e luoghi paradisiaci.

Si arriva alla Foce dell’Alma sovrastata da Torre Civetta.
In questo punto è necessario imboccare un piccolo sentiero che segue la sponda destra del Fosso Alma, sino a raggiungere un vecchio ponte. L’area palustre di Pian d’Alma si estende per circa 68 ettari alla foce del Fosso Alma, un piccolo corso d’acqua con andamento est-ovest che proviene dal gruppo collinare Poggio Ballone-Monte Stella e sfocia nel tratto di litorale sabbioso fra la costiera di Punta Martina a nord e quella di Punta Ala a sud, al limite settentrionale del territorio comunale di Castiglione della Pescaia [3].
Questo piccolo tratto di percorso è particolarmente affascinante e suggestivo e ricorda l’ambiente palustre che potevamo trovare in questo tratto di costa tanti anni fa.
Si attraversa il piccolo ponte, si sale lo stradello e si tralascia a sinistra la deviazione per Torre Civetta.
Si continua per la strada asfaltata sino ad un bivio poco prima del Podere Carpineta I.

Sulla sinistra si prende un sentiero sabbioso e giunti a una biforcazione si lascia il sentiero a destra e si prosegue dritto entrando in un bel bosco di querce.
Inizia la salita e si raggiunge il sentiero di cresta costeggiato da un filare di cipressi, si raggiunge Poggio Carpineta a 143 metri d’altezza con ampie vedute sul Poggio Ballone e Punta Ala sullo sfondo.
Perdersi questa vista potrebbe essere uno dei vostri rimpianti. Caratteristici di questo itinerario sono proprio i panorami mozzafiato che si aprono sulla costa consentendo di scorgere l’Arcipelago Toscano. Si continua a salire e si raggiungono i 155 metri per poi scendere al valico di quota 79 a sud di Punta Sentinella che si trova a 219 metri di altezza, che può essere raggiunto in 30 minuti prendendo un ripido sentiero che prosegue in direzione nord.
Si ritorna al valico di quota 79 e ci si dirige verso la costa scendendo in direzione ovest, si entra in un bel bosco di macchia e si scende fino ad incrociare una strada sterrata che gira intorno a Punta Martina.
Si procede per il sentiero che si inoltra nel bosco, si giunge ad una catena nei pressi di un incrocio di sentieri, da lì si possono raggiungere Cala Martina e Cala Violina due splendide cale impreziosite da sabbia finissima e bagnate da acqua cristallina e incontaminata. Il consiglio è quello di approfittare dell’occasione e immergersi in queste acque perché sarà un’esperienza indimenticabile.
Dopo essersi rifocillati si torna indietro attraverso lo stesso percorso.[2]

 

 

Torre Civetta
Torre Civetta

 

Fosso Alma
Fosso Alma


Trekking in Toscana | Anello Puntone di Scarlino Cala Violina

Links | Trekking.it | La rivista del Trekking - Cala Violina - Itinerari - Percorsi | Pdf
Questo itinerario fa parte di una raccolta che La Rivista del Trekking, in collaborazione con le APT della Costa Toscana, ha dedicato ai più bei percorsi escurionistici di questo comprensorio. Una serie di itinerari che ci condurranno alla scoperta di luoghi affascinanti e ci consentiranno di conoscere meglio un territorio dal grande fascino naturalistico e culturale.


Biblioteca Archeologica Online | Scarlino | www.bibar.unisi.it


Come arrivare

Da Follonica si prende la strada provinciale delle Collacchie in direzione di Castiglione della Pescaia, in località Punto ne, subito dopo il semaforo, girate a destra in direzione del Porto Turistico. Nei pressi del Ristorante il Cantuccio potete parcheggiare la vostra auto e percorse poche decine di metri verso il ristorante, troverete una sbarra da dove si imbocca il sentiero n°1 che porta a Cala Violina, percorribile a piedi e in bicicletta. Cala Violina dista circa 4 km ed è raggiungibile in un'ora circa. Il sentiero si snoda attraverso la macchia mediterranea, dopo 2 km si arriva a Cala Francese e Cala Martina, dove un cippo in mare ed un monumento al fianco del sentiero ricordano Garibaldi, che nel 1849 partì proprio da Cala Martina per sfuggi re alle guardie pontificie. Proseguendo per altri 2 km si raggiunge Cala Violina.

La baia è raggiungibile anche attraverso un altro sentiero, la strada sterrata di Val Martina. Dal Puntone dovrete prendere la statale delle Collacchie, sempre in direzione Castiglione della Pescaia, dopodiché svolterete a destra in una strada sterrata che incontrerete circa 400 metri prima del distributore di Pian d'Alma. Le indicazioni per Cala Violina dovrebbero essere ben visibili, in corrispondenza del Podere Laschetti potrete lasciare la vostra auto in un grande parcheggio a pagamento e percorrendo un sentiero per circa 2 km arriverete a Cala Violina.

Mappe | Multigraphic – Tourist road map 1:50,000 - Maremma
Distanza da Podere Santa Pia 89 km | Driving directions from Castiglioncello Bandini to Portiglioni, Scarlino.

   
   

 

Questo articolo è basato sull'articolo Cala Violina, e altri articoli dell' enciclopedia Wikipedia ed è rilasciato sotto i termini della GNU Free Documentation License.



Scartlino, fortezza
 
   

View Larger Map


Il meglio della Maremma | Podere Santa Pia


     


Podere Santa Pia
 
Podere Santa Pia
Century-old olive trees, between Podere Santa Pia and Cinigiano
         
 

 
Lago Trasimeno
Sansepolcro

Siena
         
Vini in Toscana
Vini in Toscana
Montefalco
Perugia
         
Podere Santa Pia è rivolta a sud-ovest, è baciata dal sole per tutto il giorno e i tramonti qui sono indimenticabili.
La casa vacanze Santa Pia si trova in posizione collinare a 500 metri di altitudine nella Maremma Toscana, zona rinomata per i suoi paessaggi e per le sue purificanti sorgenti termali.




[1] Il sentiero per Cala Violina | La Guida ai Borghi e ai Paesaggi della Toscana.
[2] Il sentiero da Punta Ala per Cala Violina |www.castiglionepescaia.it
[3] Federico Selvi, Paolo Stefanini, Biotopi naturali e aree protette nella Provincia di Grosseto: componenti floristiche e ambienti vegetazionali, "I quaderni delle Aree Protette", Vol. 1.


Il Golfo di Follonica è un golfo del Mar Tirreno, che si estende a cavallo tra l'estremità meridionale della provincia di Livorno e la parte settentrionale della provincia di Grosseto, interessando tratti costieri dei comuni di Piombino, Follonica, Scarlino e Castiglione della Pescaia.

Il golfo è delimitato a nord-ovest da Punta della Rocchetta, appendice rocciosa del Promontorio di Piombino tra la città e il Porto di Piombino, mentre a sud-est è chiuso dal Promontorio di Punta Ala, dall'Isolotto dello Sparviero e dagli Scogli Porchetti che affiorano nel braccio di mare tra essi compreso.


Tramonto sull'isola d'Elba in una cartolina del 1959, Collezione cartoline Albertomos

Tramonto sull'isola d'Elba in una cartolina del 1959, Collezione cartoline Albertomos

Le più belle spiagge del golfo di Follonica

 
Cala del Barbiere (sabbia e scoglio), km 20 direzione Punta Ala (Strada delle Collacchie)
Casetta Civinini (sabbia e pineta), km 16 direzione Punta Ala (Strada delle Collacchie)
Cala Civette (sabbia e scoglio), km 12 direzione Punta Ala (Strada delle Collacchie)
Cala Violina (sabbia e macchia), km 10 direzione Puntone (Strada delle Collacchie)
Cala Martina (scoglio e macchia), km 8 direzione Puntone (Strada delle Collacchie)
La Polveriera (sabbia e pineta), km 3 direzione Puntone (Strada delle Collacchie)
Zona Ponente
Lido (sabbia), km 1 direzione Lungomare (Viale Italia)
PratoRanieri (sabbia), km 2 direzione Lungomare (Viale Italia)
Boschetto (sabbia e pineta), km 3 direzione Lungomare (Viale Italia)
Torre Mozza (sabbia e pineta), km 6 direzione Riotorto (Vecchia Aurelia)
Carbonifera (sabbia e pineta), km 8 direzione Riotorto (Vecchia Aurelia)
 


Casetta Civinini



Da Follonica ci immettiamo sulla Strada delle Collacchie direzione Castiglione della Pescaia giriamo a dx al bivio per Punta Ala, percorsi circa 3 km a metà di un’ampia curva a sinistra troviamo l’ingresso alla pineta di Casetta Civinini. La spiaggia ampia e contornata da pinete arriva sino al promontorio di Punta Ala.

 
Cala Civette

 
Da Follonica ci immettiamo sulla Strada delle Collacchie direzione Castiglione della Pescaia passato il Puntone e scollinato le Collacchie ci immettiamo su un lungo rettilineo, all’altezza della Birreria La Tana del Luppolo giriamo a dx e percorriamo una stretta strada di campagna fino ad un ponticello e al successivo parcheggio, siamo sull’argine dell’Alma lo percorriamo sin quasi alla foce, guadiamo il fiume e percorsi circa 300 metri di scogliera inizia Cala Civette; la più selvaggia e nascosta della Cale del Golfo di Follonica.

 
Cala Violina

Due sono i percorsi per arrivare alla Cala più bella e famosa del golfo di Follonica, il primo tratto di strada è uguale per entrambi i sentieri; da Follonica ci immettiamo sulla Strada delle Collacchie direzione Castiglione della Pescaia arrivati al Puntone prima della larga curva in salita giriamo a dx e percorriamo la strada per circa 2 km arrivati all’altezza del Ristorante Il Cantuccio dobbiamo continuare il percorso a piedi o in bicicletta; attraversiamo una zona di macchia mediterranea incontaminata e panorami mozzafiato sulle Costiere, dopo circa 4 km siamo a Cala Violina. Con l’altro percorso dobbiamo invece fare la salita e all’inizio del lungo rettilineo, dopo 200 metri troviamo, sulla dx, una strada sterrata e dopo poco un parcheggio, da li continuare a piedi per circa 2 km.

 

Cala Violina
Cala Martina

Da Follonica ci immettiamo sulla Strada delle Collacchie direzione Castiglione della Pescaia arrivati al Puntone prima della larga curva in salita giriamo a dx e percorriamo la strada per circa 2 km arrivati all’altezza del Ristorante Il Cantuccio dobbiamo continuare il percorso a piedi o in bicicletta; attraversiamo una zona di macchia mediterranea incontaminata e panorami mozzafiato sulle Costiere, dopo circa 2 km siamo a Cala Martina, un cippo in mare ed un monumento nella macchia ricordano la fuga di Garibaldi inseguito dalle guardie pontificie.

 
La Polveriera

Da Follonica ci immettiamo sulla Strada delle Collacchie direzione Castiglione della Pescaia, dopo poco la strada entra in una centenaria pineta, fatti circa 200 metri troviamo sulla dx una sbarra che impedisce l’ingresso ai mezzi a motore, siamo alla Polveriera. Spiaggia e pineta sono a stretto contatto con il mare e, nella pineta, la Casa di Nonno Franco se avete dei bambini e se siete rimasti tali andate a trovarlo e ditegli che vi manda la Pro Loco Follonica.

 
Torre Mozza

 
Da Follonica ci immettiamo sulla Strada provinciale Aurelia direzione Livorno, passato l’innesto per la Superstrada Aurelia continuiamo ancora per circa 500 metri, a metà di una larga curva verso destra troviamo un ingresso a sx ci immettiamo su questa strada e passato il cavalcavia ci troviamo di fronte la torre saracena e la sua spiaggia.

 

Torre Mozza

Carbonifera

Da Follonica ci immettiamo sulla Strada provinciale Aurelia direzione Livorno, passato l’innesto per la Superstrada Aurelia continuiamo ancora per circa 500 metri, a metà di una larga curva verso destra troviamo un ingresso a sx ci immettiamo su questa strada e passato il cavalcavia giriamo a dx, passato il Camping Pappasole all’incrocio giriamo a sx dopo 200 metri la spiaggia di Carbonifera.

[Fonte: www.prolocofollonica.it]

 
Walking in Tuscany  

Il Parco Costiero della Sterpaia

 

La Val di Cornia, ultimo spicchio meridionale della Costa degli Etruschi e della Provincia di Livorno, è un lembo di terra posto di fronte all'Isola d'Elba, alle spalle della città di Piombino, che si protrae verso il promontorio di Populonia e verso il mare, quasi a ricercare l’antica congiunzione con tutto l’Arcipelago Toscano.
Questa terra, in larga parte sottratta agli stagni ed alle paludi che caratterizzavano i suoi litorali fino al secolo scorso, rappresenta oggi uno straordinario patrimonio di testimonianze ambientali e culturali, che fanno di quest'area un'interessante alternativa rispetto alle tradizionali mete turistiche: un luogo dove natura e archeologia si amalgamano per farvi scoprire il fascino della "Toscana Minore".
Una Toscana ancora non molto conosciuta ma turisticamente molto apprezzata da chi già l'ha scoperta.

Il Parco Costiero della Sterpaia si estende lungo il litorale costiero tirrenico livornese, nell’ampio Golfo tra Piombino e Follonica.
La costa del parco si presenta con una forma lievemente falcata, relativamente profonda e lievemente digradante verso il mare, con sabbia chiara, fine e delimitata da una stretta duna. Il suo profilo è scandito da varie torri, la cui presenza ha precise ragioni storiche.

Le strade che portano agli accessi al parco e alle spiagge si dipartono dalla strada cosiddetta “geodetica” che collega Piombino a Riotorto; un articolato sistema di parcheggi permette un accesso regolamentato alle molte spiagge della costa.

Come arrivare
da Livorno e da Grosseto: lungo la Variante Aurelia (S.S. 1) uscire a Vignale-Riotorto. Proseguire in direzione Piombino, lungo la strada della base geodetica, quindi svoltare a sinistra (lato mare) in una delle vie di accesso alla spiaggia, segnalate dalle indicazioni turistiche “Parco costiero della Sterpaia ”.


da Piombino: portarsi in direzione Riotorto lungo la strada della base geodetica, quindi svoltare a destra (lato mare) in una delle vie di accesso alla spiaggia, segnalate dalle indicazioni turistiche “Parco costiero della Sterpaia”.

Walking in Tuscany | Itinerary in the Coastal Park of Sterpaia
Walking in Tuscany | From Torrze Mozza to the Coastal Park of Sterpaia

 


Il Parco Costiero della Sterpaia
 

Tuscany Beaches in Maremma | [1] From Principina a Mare to Piombino
Tuscany Beaches in Maremma | [2] From Principina a Mare to Ansedonia


 
Foce del Fiume Ombrone