Agnolo Bronzino

Agnolo Gaddi

Ambrogio Lorenzetti

Andreadi di Bonaiuto

Andrea del Castagno

Andrea del Sarto

Andrea di Bartolo

Andrea Mantegna

Antonello da Messina

Antonio del Pollaiuolo

Bartolo di Fredi

Bartolomeo di Giovanni

Benozzo Gozzoli

Benvenuto di Giovanni

Bernard Berenson

Bernardo Daddi

Bianca Cappello

Bicci di Lorenzo

Bonaventura Berlinghieri

Buonamico Buffalmacco

Byzantine art

Cimabue

Dante

Dietisalvi di Speme

Domenico Beccafumi

Domenico di Bartolo

Domenico di Michelino

Domenico veneziano

Donatello

Duccio di Buoninsegna

Eleonora da Toledo

Federico Zuccari

Filippino Lippi

Filippo Lippi

Fra Angelico

Fra Carnevale

Francesco di Giorgio Martini

Francesco Pesellino

Francesco Rosselli

Francia Bigio

Gentile da Fabriano

Gherarducci

Domenico Ghirlandaio

Giambologna

Giorgio Vasari

Giotto di bondone

Giovanni da Modena

Giovanni da San Giovanni

Giovanni di Francesco

Giovanni di Paolo

Giovanni Toscani

Girolamo di Benvenuto

Guidoccio Cozzarelli

Guido da Siena

Il Sodoma

Jacopo del Sellaio

Jacopo Pontormo

Lippo Memmi

Lippo Vanni

Lorenzo Ghiberti

Lorenzo Monaco

Lo Scheggia

Lo Spagna

Luca Signorelli

masaccio

masolino da panicale

master of monteoliveto

master of sain tfrancis

master of the osservanza

matteo di giovanni

memmo di filippuccio

neroccio di bartolomeo

niccolo di segna

paolo di giovanni fei

paolo ucello

perugino

piero della francesca

piero del pollaiolo

piero di cosimo

pietro aldi

pietro lorenzetti

pinturicchio

pontormo

sandro botticelli

sano di pietro

sassetta

simone martini

spinello aretino


taddeo di bartolo

taddeo gaddi

ugolino di nerio

vecchietta

 

             
 
Nativity of Christ between San Giorgio and San Vincezo Ferrer, Filippo Lippi, Palazzo Pretorio Museum, Prato
Travel guide for Tuscany
       
   

   
   

Art and Exhibitions | Calendar of major events in Tuscany and Italy


   
   
 
     

Works by multidisciplinary Belgian Master of Kitsch Jan Fabre are now in Florence for Spiritual Guards, an exhibition taking place in piazza della Signoria, Palazzo Vecchio and Forte Belvedere until 2 October 2016. The sculptures serve an ornamental and decorative purpose rather than amounting to a work of true artistic merit. 

To avoid.

 

   
     
ROSSO FIORENTINO. ROSSO VIVO.
La Deposizione, la Storia, il ‘900, il Contemporaneo

A cura di Vittorio Sgarbi 

23 maggio 2014 > 31 dicembre 2015

   
Scultori e pittori saranno esposti presso gli spazi di Palazzo dei Priori, Pinacoteca Civica, Museo Etrusco Guarnacci, Battistero di San Giovanni, Teatro Romano, Ecomuseo dell'Alabastro e si alterneranno nel corso dell’esposizioni: questo darà vita a un continuo rinnovamento dell’iniziativa, che vedrà eventi dedicati continui. Fino al 31 dicembre 2015 questo grande omaggio a Rosso Fiorentino, la più originale e spettacolare manifestazione mai dedicata al grande maestro nato a Firenze nel 1495, sarà visibile con un solo biglietto valido per tutti i luoghi, la Volterra Card, che permetterà a ogni visitatore di godere della sorprendente esposizione diffusa per la Città.

ORARIO ESTIVO dal 9 marzo al 1 novembre 2015

Pinacoteca Civica:
Tutti i giorni 9.00 – 19.00
Ecomuseo dell’Alabastro:
Tutti i giorni 9.30 – 19.00
Battistero di san Giovanni:
Tutti i giorni 10.00 – 18.00
Palazzo dei Priori:
Tutti i giorni 10.30 – 17.30
Museo Etrusco Guarnacci:
Tutti i giorni 9.00 – 19.00
Teatro Romano:
Tutti i giorni 10.30 – 17.30
(la biglietteria chiude un’ora prima)

 

 
Rosso Fiorentino, Deposition, 1521, oil on wood. Pinacoteca Comunale di Volterra
Rosso Fiorentino, Deposition, 1521, oil on wood. Pinacoteca Comunale di Volterra


'900 - UNA DONAZIONE

San Gimignano (SI), Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Raffaele de Grada - Until August 30, 2015

21 dicembre 2014 > 30 agosto 2015

 
In mostra, 13 opere di alcuni dei rappresentanti più famosi della pittura italiana del XX° secolo, per ripercorrerne le fasi e gli anni più importanti: Valerio Adami, Massimo Campigli, Carlo Carrà, Felice Casorati, Giorgio De Chirico, Filippo De Pisis, Renato Guttuso, Mario Mafai, Ennio Morlotti, Fausto Pirandello, Mario Sironi, Ardengo Soffici. La collezione, di alto valore ed interesse, è opera dello scrittore fiorentino Gianfranco Pacchiano, vissuto a Roma e morto nel 2013.

La collezione si deve alla sensibilità e al gusto del suo appassionato donatore Gianfranco Pacchiani, scrittore fiorentino vissuto a Roma. La donazione è avvenuta su ideazione del raffinato storico dell’arte Gabriele Borghini, sangimignanese a lungo vissuto a Roma e già Soprintendente ai beni storici e artistici per le Province di Siena e Grosseto, alla memoria del quale, non a caso, i coniugi Pacchiani hanno voluto dedicare la donazione familiare complessiva.  

Buona parte delle opere, di cui un gruppo risale agli anni ´30, un secondo agli anni ’50, per concludersi con un dipinto di Valerio Adami del 1979, eseguito a New York al tempo del suo stretto dialogo con la Pop Art americana, provengono dalla celebre Galleria romana di Giuseppe Zanini, abile caricaturista, amico di Federico Fellini e di molti tra i massimi artisti italiani del periodo. 

 

 
'900 - UNA DONAZIONE

San Gimignano

Filippo Lippi: L’Annunciazione di San Gimignano e le opere degli anni ottanta.
San Gimignano, Pinacoteca

13 giugno 2015 > 1 novembre 2015

   
La mostra, dedicata al famoso pittore fiorentino, ha come fulcro l'opera che ha dato il titolo all'esposizione stessa: l'Annunciazione, che consiste di due tondi distinti, raffiguranti uno l'angelo che annunzia e l'altro colei che riceve l'annunciazione. Un progetto espositivo che, a partire dall'opera appena menzionata, è volto ad approfondire la conoscenza e le opere di grande maestria di uno degli artisti più rinomati del Rinascimento toscano ed italiano.

Informazioni  

www.sangimignanomusei.it  
prenotazioni@sangimignanomusei.it  

 

   

La Tomba del Colle nella Passeggiata Archeologica a Chiusi
Chiusi, Museo Nazionale Etrusco


21/03/2015 > Fino al 31 dicembre 2015

   
La Tomba del Colle nella Passeggiata Archeologica a Chiusi
Chiusi, Museo Nazionale Etrusco

21/03/2015 > Fino al 31 dicembre 2015
La Tomba del Colle a Chiusi torna visibile al pubblico dopo 36 anni.
La tomba del Colle è una delle principali tombe etrusche situate sull'itinerario ad anello - la Passeggiata Archeologica - che dal Museo Nazionale Etrusco di Chiusi porta a Chiusi città. La tomba del Colle, databile intorno al VI secolo a.C. presenta affreschi simili a quelli della Tomba della Scimmia ed ha una pianta articolata sul dromos di accesso, con tre ambienti che vi si aprono e due cellette per urne cinerarie. La porta di accesso è in travertino a due ante.

La Tomba del Colle risalente al VI secolo avanti Cristo, fu scoperta il 10 maggio 1833 in seguito a dei lavori di bonifica nei terreni di proprietà di Pietro Bonci Casuccini. 
Le pareti sono decorate da un fregio continuo con una processione di danzatrici con crotali, atleti, pugili, lottatori, una corsa con bighe e una scena di banchetto. Temi ricorrenti anche nella più cosmopolita Tarquinia. Le scene si possono confrontare anche con i bassorilievi di cippi funerari in pietra fetida della zona.
La conservazione e le frequenti opere di restauro e tutela realizzate sulle tombe e sugli oggetti conservati al loro interno hanno permesso, oggi, di poter apprezzare la maestria e l'inestimabile valore di questi antichi luoghi sacri. La Tomba del Colle sarà visitabile a piccoli gruppi previa consultazione del Museo Etrusco.

Orari:
tutti i giorni 09-00-19.00

Lo scavo archeologico sarà aperta tutti i venerdì durante la stagione estiva (marzo-ottobre), alle ore 12.00 e alle ore 17.00; il primo e il terzo venerdì di ogni mese durante la stagione invernale (novembre-febbraio), alle ore 12.00 e alle ore 15.30. La tomba sarà visitabile, con prenotazione obbligatoria, a piccoli gruppi fino ad un massimo di 12 persone.

 
Chiusi, Tomba del Colle
     
     
     
 
 
   


Art in Tuscany | The guide to the art and towns of Tuscany
Tuscany has an immense cultural and artistic heritage, expressed in the region's numerous churches, palaces, art galleries, museums, villages and piazzas. Much of these artifacts are found in the main cities, such as Florence and Siena, but also in smaller villages scattered around the region, such as San Gimignano, Pienza, Chiusi, Massa Marittima and many others.
Tuscany has some of the very best art galleries in the world. These include the Uffizi Gallery, the Bargello Museum and Santa Croce Museum.
Mediaeval era and the Renaissance is the epoch which also left the enormous quantity of art masterpieces in Tuscany. Tuscany is known for its beautiful landscapes, its rich artistic legacy and vast influence on high culture. Tuscany is widely regarded as the true birthplace of the Italian Renaissance, and has been home to some of the most influential people in the history of arts and science, such as Dante Alighieri, Francesco Petrarca, Giovanni Boccaccio, Sandro Botticelli, Raffaello Santi, Giotto, Donatello, Michelangelo, Leonardo da Vinci, Giorgio Vazari and many others and Puccini. Due to this, the region has several museums, most of which (such as the Uffizi and the Pitti Palace) are found in Florence, but others in towns and smaller villages.


[1]

Holiday home in Tuscany, Casa Santa Pia

Tuscany is widely regarded as the true birthplace of the Italian Renaissance and is known for its beautiful landscapes, its rich artistic legacy and vast influence on high culture. Podere Sante Pia, a holiday estate in beautiful southern Tuscany Italy, is the perfect place for the perfect holiday.
Podere Santa Pia is located in the heart of the Valle d'Ombrone, and one can easily reach some of the most beautiful attractions of Tuscany, such as Montalcino, Pienza, Montepulciano and San Quirico d'Orcia, famous for their artistic heritage, wine, olive oil production and gastronomic traditions. It is the ideal place to pass a very relaxing holiday in contemplation of nature, with the advantage of tasting the most typical dishes of Tuscan cuisine and its best wines.
This is the land where the DOC wines Montecucco and Brunello are produced. So, the surrounding countryside is the ideal area for an uncommon wine tour, visiting small farms producing wine and excellent extra virgin olive oil.
Tuscany wines account for over thirty DOC and half a dozen of Italy's DOCG wines. Not far from Cinigiano and clearly visible from Podere Santa Pia, is the famous Castle of Poggio alle Mura, also known as Villa Banfi and home to one of the most popular producers of Brunello di Montalcino D.O.C.G. wine. Set in 7100 hectares of land in the Montalcino area, Castello Banfi il Borgo is one of the most important wine producers in Tuscany
.

 


 
   

Monte Cucco wine region

Arcidosso
 
 
View from Podere Santa Pia
on the coast and Corsica
Podere Santa Pia
 
Podere Santa Pia, garden
 

The Maremma and isola Monte Christo, view from Santa Pia

 

La Toscana è una regione ricca di risorse da questo punto di vista, il suo paesaggio è unico al mondo e la zona della Maremma presenta vaste e verdi distese di natura incontaminata dove sorgono strutture turistiche davvero esclusive, confortevoli e alla portata di tutti. Una di queste è Podere Santa Pia, un’oasi di silenzio e quiete, una struttura formata da tre diversi resort immersi nel verde e nei profumi della Maremma toscana.

Podere Santa Pia, è un’antica struttura completamente ristrutturata cercando di mantenere inalterate le stupende caratteristiche dell’immobile originario.
Sulle splendide e verdeggianti colline dell’alta Maremma, Maremma, terra quasi magica, ispiratrice di molti artisti rimasti affascinati dalle sue bellezze...
Qui, a 300 mt sul livello del mare, alle spalle del Parco Naturale di poggio all'Olmo, si trova Podere Santa Pia, una casa vacanze accogliente, spaziosa e confortevole per gruppi da 2 a 13 persone.

Situato in una splendida posizione panoramica, in un ambiente incontaminato, collocato nel bellissimo, con una straordinaria vista sulle colline Maremmane, fino a Castiglione della Pescaia e Monte Argentario, Podere Santa Pia è una classica casa toscana, antica ma interamente ristrutturata. Le pietre della facciata sono state riportate ai loro colori naturali, all’interno sono stati riscoperti i vecchi mattoni fatti a mano in originale cotto toscano ed i soffitti hanno tutti i travi a vista.
Podere Santa Pia è composto da due unità. La casa principale ha quattro camere da letto (3 camere da letto doppie, una camera matrimoniale), due bagni con doccia, una grande cucina con splendido camino antico in pietra e l'originale forno con grandezza per la pizza.

Appartamento di circa 90 mq con ingresso indipendente, composto da una camera matrimoniale ed una grande cucina, un bagno e con una terrazza solarium adiacente alle stanze e una bella terrazza con favolosa vista su campi e vigneti di Brunello e Montecucco.

La vicinanza a città d'arte quali Montalcino, Firenze, Siena, San Gimignano, Massa Marittima ed altre ancora tutte raggiungibile in poco tempo darà anche agli amanti della cultura una vacanza ricca di emozioni.

Case vacanza in Toscana | Podere Santa Pia


Podere Santa Pia, con una vista indimenticabile sulla Maremma Toscana.
La terrazza è esposta a Sud per cui dalla mattina al pomeriggio è sempre colpita dal sole, tuttavia ci sono zone ombreggiate grazie agli alberi circostanti.